Cinema Ammazzavampiri

Ammazzavampiri

Se come dice Peter Vincent “i vampiri sono passati di moda”, Ammazzavampiri si prende in spalla denti aguzzi e commedia horror, rilanciando poderosamente il binomio.

“Cosa resterà di questi anni ottanta?” si chiedeva Raf. Ironia, del cantautore si sono perse le tracce, ma di certo il decennio dei paninari ha lasciato in eredità numerose indimenticabili perline horror. Una di queste è Ammazzavampiri (1985) del newyorkese Tom Holland, regista che solo tre anni dopo bisserà il successo deliziandoci con le malefatte di Chucky (Bambola Assassina, 1988).

Ammazzavampiri si innesta in una proficua tradizione di commedie horror sul tema vampirico che partiva dall’antesignano Per Favore, Non Mordermi Sul Collo (di Roman Polanski) e proseguirà con gli irresistibili “Ragazzi Perduti” di Joel Schumacher (appena un paio d’anni dopo il film di Holland); è tuttavia importante ricordare che qui il fattore horror ha uno spazio maggiore rispetto a quelli citati e che Ammazzavampiri ha donato più ispirazione di quanta ne abbia tratta dal passato. Charley Brewster (William Ragsdale, I Segni Del Male) è un teenager un po’ goffo che un giorno scorge il neo-vicino di casa in atteggiamenti ambigui: lo vede trasportare una bara in cantina e, successivamente, approcciare con bramosia il collo di una giovane donna. Tanto basta perchè Charley si convinca che il vicino Jerry (Chris Sarandon, candidato all’Oscar per Quel Pomeriggio Di Un Giorno Da Cani) sia un vampiro ed intraprenda un’invadente missione con lo scopo di smascherarlo e difendere la propria incolumità. Quando le sue forze (e quelle di fidanzata e amico, loro malgrado coinvolti) non appaiono sufficienti a sovrastare il “nemico”, Charley ricorre all’aiuto di Peter Vincent (tributo a Cushing e Price, maxi-icone del genere, interpretato da Roddy McDowall, Il Pianeta Delle Scimmie, Classe 1984), ex attore di genere con l’improbabile fama di ammazzavampiri.

Il “vampiro della porta accanto” – sottotitolo dell’atteso remake, nelle sale italiane dal 26 agosto – col volto di Sarandon è così sexy e sornione che rischia quasi di rubare la scena al “bene”; fortunatamente altrettanto amabile è il compianto McDowall nel fare da contraltare col suo stralunatissimo carisma. Nonostante il film faccia leva maggiormente sulle querelles tra Charley, chi non gli crede e chi lo vorrebbe in una cassa, non passi inosservato il lato horrorifico, che è di pregevolissima fattura così come il lato visivo, con effetti e make-up ampiamente sopra la media dell’epoca. L’ironia e il brivido sono quelli un po’ kitsch degli eighties, le atmosfere ed alcune situazioni (quella in discoteca su tutte) sono maledettamente retrò, ma in fin dei conti il fascino della pellicola passa proprio (e in maniera imprescindibile) da questi elementi, anacronistici nella migliore accezione possibile e stravaganti come non mai. Ammazzavampiri è sanguinolento e avanguardistico, rustico e caricaturale; anche le musiche (spiccano i Devo) azzannano, in un film spassoso e dal ritmo mai calante. Guai a mettere in dubbio l’umorismo di altre chicche (es: La Casa 2), però è giusto ricordare che Holland arrivò prima. A distanza di tre anni spunta un sequel, appena appena godibile, lungi dalla bellezza e dalla freschezza del primo atto. Se come dice Peter Vincent “i vampiri sono passati di moda”, Ammazzavampiri si prende in spalla denti aguzzi e commedia horror, rilanciando poderosamente il binomio in un periodo dove a spadroneggiare erano slashers, maschere e machete. Visione dovuta, per tutti.

httpvh://www.youtube.com/watch?v=hE7KosYg5Xs

Ammazzavampiri

Regia di: Tom Holland
Scritto da: Tom Holland
Interpreti: Chris Sarandon, William Ragsdale, Roddy McDowall
Anno: 1985
Durata: 106 min.
Reperibile in vhs, inedito in dvd in Italia.

 

Luca Zanovello – has written 52 posts on this site.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli:

Comments

Posted On
ago 25, 2011
Posted By
Andrea Lanza

Questo film è davvero un cult movie. Domani vado a vedere il remake sperando non abbiano fatto un lavoro così disastroso

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Horror Community

Focus on

Categorie degli articoli

ebook gratis


    Ai lettori di Horror.it, regaliamo una ghost story inedita di Andrea G. Colombo. Buona lettura!
  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: